Uve Montepulciano e Montepulciano d’Abruzzo DOC

Vinificato come Montepulciano d’Abruzzo DOC oppure impiegato per vini correttivi, vini assemblati, mosti desolforati

 

Anche se diffuso in altre regioni del Centro e Sud Italia, il vitigno abruzzese per eccellenza.

Le uve – coltivate unicamente su terreni vocati alla qualità, in zone collinari non oltre i 500 metri sul livello del mare e solo in casi eccezionali fino a 600 metri – mostrano un grappolo di medie dimensioni, solitamente provvisto di ali, con acini medi, ovali e dal colore violaceo tendente al nero.

La maturazione tardiva – dalla terza decade di ottobre fino a metà novembre – conferisce al vino un grande spessore ed equilibrio.

 

Caratteristiche organolettiche del vino

La maggior parte della produzione vinicola di Frontenac si concentra sul Montepulciano; oltre che vinificato e prodotto secondo il disciplinare come Montepulciano d’Abruzzo DOC, dalle prime uve Montepulciano Frontenac produce  mosti, mosti muti, mosti concentrati e mosti desolforati dalle inconfodibili caratteristiche, in grado di fare la differenza in ogni assemblaggio.

Ottiene inoltre vini correttivi – arricchiti e non – dalla grande struttura, morbidezza e armonia.
Tipicamente forniti con la fermentazione malolattica già svolta, arrivano a 25-30 punti di colore e ad estratti che superano talvolta i 35 g/l.

 

 

Colore Rosso rubino intenso con lievi sfumature violacee, tendente al granato con l’invecchiamento
Odore Profumi di frutti rossi, spezie, intenso, etereo
Sapore Pieno, secco, armonico, giustamente tannico
 Download  Disciplinare Montepulciano d’Abruzzo DOC in pdf.